Lunedì 11 Ottobre 2010

Guanzate, la carica dei Porro
per aiutare le missioni

GUANZATE La Sagra della mela e i Porro regalano un importante aiuto alle missioni. Trecento cassette di mele della Valtellina sono andate a ruba in Piazza Partigiani. Una trentina, invece, i Porro che hanno partecipato al tradizionale raduno dei cognomi organizzato dai Giovani '70.
«Abbiamo inviato circa duecento inviti in ben trentanove località della nostra provincia e anche al di fuori - precisa il presidente Carlo Ghioldi - I Porro sono arrivati da Olgiate Comasco, Bulgarograsso, Fino Mornasco e il gruppo di Guanzate, ma anche dal Canturino, tra cui Cermenate e Figino Serenza e diversi fino da Gerenzano e Saronno».
I Giovani '70 hanno ricordato ai Porro la curiosità di sapere che c'è anche un beato che porta lo stesso loro cognome. Si tratta di Giovannangelo Porro venerato nella chiesa di San Carlo di Milano, originario di Barlassina, ma la cui madre era proprio guanzatese. Il cognome Porro, secondo lo scritto di un autore lombardo medioevale, potrebbe inoltre derivare da una modifica nel corso del tempo da quello di San Paolo di Tarso. Curiosità sulla storia del casato annotate insieme allo stemma araldico in carta pergamena con l'aquila coronata e i tre porri sradicati che è stato consegnato agli omonimi.
Tutti in posa poi per la foto di gruppo e l'estrazione della “P” d'oro assegnata a Giuseppe Porro di Bulgarograsso e la “P” d'argento a Virginia Porro che abita a Socco di Fino Mornasco.

r.caimi

© riproduzione riservata