Domenica 13 Marzo 2011

Cernobbio: "Non danneggiò il Comune"
Comandante dei vigili assolta

CERNOBBIO - A distanza di tempo il commissario della polizia locale Marilena Porta ha ottenuto piena assoluzione dalle responsabilità che le erano state attribuite dalla sezione giurisdizionale della Corte dei conti per la Lombardia e non dovrà quindi procedere a nessun tipo di risarcimento per danno erariale nei confronti del comune. Risolta la questione penale che in cassazione aveva dato luogo alla assoluzione sia del sindaco Simona Saladini che della responsabile del servizio Marilena Porta dal reato di peculato per la questione dei 14mila euro di contravvenzioni di pertinenza del consorzio Breggia Lario restituiti ai cittadini che avevano versato i corrispettivi sul conto corrente postale del comune di Cernobbio, era rimasto in atto il processo in sede amministrativa. Con una sostanziale differenza nel senso che la sezione lombarda della Corte dei conti aveva dichiarato improcedibile l'azione di responsabilità per danno erariale nei confronti del sindaco, mentre la comandante era stata condannata «al pagamento in favore del comune di Cernobbio di euro 3500 per danno diretto e di euro 1500 per danno all'immagine del comune medesimo, oltre alla rivalutazione monetaria e interessi».
Marilena Porta, a fronte di una situazione diventata difficile dal punto di vista professionale e vieppiù delicata sotto il profilo morale, aveva impugnato la sentenza assistita dall'avvocato comasco Grazia Villa in quanto non si era ritenuta responsabile di alcun illecito.

m.schiani

© riproduzione riservata