Domenica 13 Marzo 2011

S. Fermo, il paese della battaglia
festeggia l'Unità nazionale

SAN FERMO - Il programma delle celebrazioni per i 150 anni dell'unità d'Italia prende il via proprio nel corso della giornata di oggi, domenica 13 marzo, e si concluderà tra un mese, domenica 17 aprile. Nel paese della memorabile battaglia del 27 maggio 1859, dei Cacciatori delle Alpi dove si mosse eroicamente anche Giuseppe Garibaldi si parte con una mostra di pittura allestita al piano terra del palazzo municipale. “L'anima italiana”, archetipi dell'unità è il titolo della personale di Ernesto Solari che con 80 fra dipinti, disegni, incisioni e pirografie realizzati dall'artista lariano ripercorrerà le fasi salienti del progetto storico che dal Risorgimento portò alle guerre d'Indipendenza e poi all'annessione di gran parte delle regioni italiane al Regno di Sardegna, fino alla proclamazione del Regno d'Italia il 17 marzo 1861. La mostra verrà inaugurata il 13 marzo alle 11.30 dopo che il “Corpo musicale G. Garibaldi” avrà suonato un repertorio in tema d'unità d'Italia alle 11 nella piazza del municipio. La personale sarà visitabile con ingresso libero dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 15 alle 18 tutti i giorni fino al 17 aprile.
Ogni giovedì sera alle 21, partendo dal 17 marzo, nella sala polifunzionale del palazzo delle associazioni di via De Cristoforis, 2 si terrà un incontro sul tema del Risorgimento e dell'unità d'Italia.
Si parte con una serata commemorativa dal taglio prettamente storico con l'intervento del professor Mario Mascetti sull'unità d'Italia e la travagliata conquista della democrazia. Secondo appuntamento, giovedì 24 marzo sempre alle ore 21, sarà la volta dell'artista Ernesto Solari con la conferenza: “L'anima italiana: unità predestinata'”.
Da definire il programma di giovedì 31 marzo (era previsto l'intervento di Franco Soldaini, il direttore dell'istituto alberghiero Gianni Brera di Como deceduto proprio nei giorni scorsi, con una relazione sul Risorgimento a tavola). Mentre storia, musica e letteratura saranno protagoniste il 7 aprile quando le professoresse Elena Sada, Giovanna Ugga, Maria Bianco e Anna Cavadini terranno un incontro sulla letteratura risorgimentale con letture intervallate da momenti musicali. Il ciclo di conferenze si chiude in musica il 14 aprile alle 21 con un concerto con inni e canti verdiani e risorgimentali.

m.schiani

© riproduzione riservata