Mercoledì 01 Giugno 2011

Furti sulle barche, Moltrasio
schiera i raggi infrarossi

MOLTRASIO - Il comune interverrà per preservare le aree lacuali dai furti di barche a motore e motoscafi che si stanno susseguendo con preoccupante frequenza, pare stimolati dal business del trasferimento all'estero delle dotazioni di maggior pregio. Se ne stanno occupando l'assessore ai lavori pubblici Antonio Durini e il consigliere Nicolò Aquilini, esperto di nautica da diporto.
Se ne è parlato l'altra sera in consiglio comunale al momento dell'approvazione del conto consuntivo 2010 a seguito di una richiesta di chiarimenti in merito alla destinazione dei proventi derivanti dalle concessioni demaniali formulata dalle consigliere di minoranza Rossella Scoccimarro, Maria Tettamanti, Antonella Vanini, Maria Grazia Soldini.
«Ci vorrà in po' di tempo in quanto i passaggi imposti dalla burocrazia non sono semplici – ha dichiarato Durini – ma Moltrasio sarà uno dei primi comuni a istituire un sistema di videosorveglianza lacuale a raggi infrarossi in modo da tenere sotto controllo le zone sensibili anche di notte. In quest'operazione, appunto, andremo a investire fondi provenienti dal demanio. Vogliamo garantire sicurezza a chi ormeggia le imbarcazioni sia alla Riva Grande che nel porticciolo vicino alla sede della Canottieri. Insieme alle telecamere verranno installati anche dei potenti fari e a suggello dell'intervento verrà stipulata una convenzione con la polizia lacuale in capo alla provincia per un controllo delle rive dal lago, iniziativa che andrà a aggiungersi alla vigilanza da terra da parte della polizia locale dell'unione comuni Lario di Ponente».
Dichiarazioni che, insieme a altre, sono piaciute al gruppo di minoranza il quale dopo una rapida consultazione, nel segno di una promettente distensione stimolata dal clamoroso rogo dell'8 aprile, ha votato a favore del bilancio.

m.schiani

© riproduzione riservata