Domenica 19 Giugno 2011

Albese con Cassano, c'è il palio
e il paese si fa in quattro

ALBESE CON CASSANO Una festa dai molteplici colori: quelli del gelso, dell'uva, del granoturco e della spiga. Una bella festa piena di fantasia, di coreografie magari povere, ma comunque sentite. Dal vascello di Capitan Uncino, al grappolo d'uva gigante, al maggiolone azzurro.
Ha preso avvio domenica pomeriggio il palio dei rioni di Albese con Cassano edizione 2011, un palio che è partito dalle quattro fette di paese con singole sfilate colorate per poi riunirsi, come una fiumana di divertimento, su Piazza Motta dove tutti i partecipanti e i molti tifosi si sono radunati. Musica ad alto volume, le carte da gioco, il coniglio, il vascello dei pirati, l'uva. Ogni contrada ha scelto un tema diverso per rappresentarsi, chi ha ripetutamente trionfato ha scritto: «Dopo due palii che brindiamo è meglio smettere…». I pirati da parte loro si sono ripromessi di andare all'arrembaggio della vittoria. Dopo l'incontro in Piazza Motta la carovana si è spostata nella piazza delle feste dove ha continuato il suo rumoroso divertimento.
«Il paese in occasione del palio è diviso in quattro, una divisione prettamente geografica – spiega il presidente della Pro loco Albese con Cassano Ambrogio Croci - Ogni area è distinguibile per un colore: giallo, verde, rosso ed azzurro, ed un simbolo: gelso, granoturco, uva e spiga». 
Il palio dopo il tiro alla fune di lunedì vedrà l'avvio del torneo di pallavolo, ma sono diversi gli appuntamenti, ed alcuni singolari, in programma.

r.caimi

© riproduzione riservata