Martedì 12 Luglio 2011

Casnate, arriva la rotonda
e chiudono tre strade

CASNATE CON BERNATE - Arriva la rotonda, chiudono tre strade per lavori: le vie Volta, Luini e Grossi saranno percorribili solo dai residenti per circa un mese. Un intervento che anticipa cambiamenti in campo viabilistico.
«Il problema del traffico di attraversamento del paese - spiega il sindaco Fabio Bulgheroni - è uno dei più sentiti dai cittadini. Per cercare di alleviare i disagi da esso causati, e non potendo eliminare questo continuo passaggio di auto finché non sarà approntata la famosa tangenzialina, abbiamo studiato alcune modifiche che, in qualche modo, dovrebbero almeno rallentare il passaggio dei veicoli proprio nelle vie centrali del paese».
Gli orari di maggiore traffico in centro si concentrano al mattino attorno alle 8 e la sera dalle 18 alle 19, quando per attraversare Casnate occorrono, in media oltre 30 minuti, buona parte dei quali trascorsi in coda.
«Un primo intervento - dice Bulgheroni - riguarda l'incrocio fra via Volta, via Luini e via Tommaso Grossi, dove si trova anche il monumento ai Caduti. Da oggi, stando alle indicazioni del Comune, le tre strade saranno chiuse al traffico per l'inizio dei lavori il cui termine è previsto all'incirca nella prima settimana di agosto».
Questa prima modifica viabilistica prevede la costruzione di una rotonda proprio all'incrocio fra le tre strade e un arretramento, di circa due metri, del muretto di recinzione del piccolo giardino che ospita il monumento. Il nuovo incrocio con la rotonda sarà anche dotato di un attraversamento pedonale rialzato e, nell'ambito del medesimo intervento, sarà anche riqualificato il marciapiede che costeggia lo stabile del vecchio municipio, al momento interrotto da quattro o cinque gradini che ostacolano la libera circolazione dei disabili.
«Tutti gli interventi di modifica viabilistica a Casnate con Bernate sono stati interamente progettati dal nostro ufficio tecnico - puntualizza il sindaco - con un netto risparmio di denari pubblici rispetto alla delega della progettualità ad uno studio esterno».

m.schiani

© riproduzione riservata