Sabato 30 Giugno 2012

Complice nell'omicidio?
L'accusato si difende

«Sono stato attirato in una trappola». Questa la versione fornita  mattina al pubblico ministero  da Santo Valerio Pirrottal'ultimo arrestato in ordine di tempo per l'omicidio di Antonio Caroppa a Paderno d'Adda.
L'interrogatorio del quarantacinquenne di Lurago d'Erba, originario di Vibo Valentia, finito in manette su ordinanza di custodia cautelare la settimana scorsa, si è svolto nel carcere Bassone di Como.
 Pirrotta ha risposto alle domande del pm sulla sera del 10 maggio scorso, quando Caroppa venne assassinato con un colpo di pistola alla gola nel box della sua abitazione
Non ha negato di essersi trovato sul posto, ma ha precisato di essere stato attirato in una trappola dal compaesano Citterio al momento considerato l'esecutore materiale del delitto.

L'articolo completosu La Provincia del 30 giugno


I precedenti
www.laprovinciadilecco.it

d.cercek

© riproduzione riservata