Domenica 01 Luglio 2012

Il prevosto di Saronno si congeda
In mille alla sua ultima messa

SARONNO Con l'abbraccio di oltre mille fedeli la città degli amaretti si è congedata da monsignor Maurizio Rolla, il prevosto che, dalla primavera 2007 ad oggi, ha guidato la parrocchia prepositurale, avviando il processo di riunificazione delle parrocchie cittadine e creando la comunità pastorale del Crocifisso risorto.
 
Tutto esaurito in chiesa e all'oratorio
L'ultima celebrazione ufficiale di monsignor Rolla è stata la messa di venerdì sera nella chiesa prepositurale, una cerimonia ricca di significato perché è quella in cui viene bruciato il "pallone" per ricordare il martirio dei Santi Pietro e Paolo, patroni dalla città. Anche per questo nessuno ha voluto mancare: la chiesa è stata gremita da oltre 600 persone mentre oltre 300 si sono radunate nel cortile dell'oratorio Santa Giovanna d'Arco, davanti ad un maxischermo allestito per l'occasione.
 
Omelia schietta e commovente
Nonostante l'emozione, tradita anche durante l'incendio del pallone d'ovatta prima dell'inizio della messa, monsignor Rolla si è congedato dalla città con la consueta  schiettezza: «La predica di stasera mi preoccupava un po', perché ci sono molte aspettative, ma in fondo, a prescindere da come vada, mi potrò sempre vantare di essere stato a Saronno».

Le diverse componenti della comunità hanno voluto dedicare un saluto a "don Maurizio", e così i ragazzi dell'oratorio, il consiglio pastorale e i sacerdoti si sono susseguiti sull'altare mentre nelle orecchie dei fedeli rieccheggiava ancora l'ultimo saluto del prevosto:«Resterete tutti nel mio cuore».
 
Abbraccio collettivo in piazza
Al termine della funzione religiosa i fedeli si sono radunati sul sagrato della chiesa, dove il sindaco, Luciano Porro, affiancato dal presidente del consiglio comunale, Augusto Airoldi, da molti consiglieri e dalle autorita militari, ha tenuto un breve discorso, in cui ha bonariamente rimproverato il prevosto «di essere rimasto troppo poco in città».

Davvero commovente è stato l'abbraccio dei saronnesi: mentre i volontari delle parrocchie e gli animatori distribuivano a tutti una fetta della torta con la scritta "Buon cammino da Saronno a Lecco, don Maurizio", i fedeli si sono stretti intorno al prevosto uscente ed hanno aspettato il proprio turno per un ultimo saluto. La stretta di mano più intensa è quella che monsignor Rolla ha scambiato con Sadok Hammami, che ha portato i saluti e i ringraziamenti della comunità islamica.

Monsignor Rolla diventerà vicario episcopale a Lecco, mentre oggi, alla messa delle 10, farà il suo ingresso ufficiale a Saronno monsignor Armando Cattaneo,il nuovo prevosto della città degli amaretti.
                                                                                             Sara Giudici

m.delsordo

© riproduzione riservata