Mercoledì 25 Febbraio 2009

Usura ed estorsione:
manette per due

PONTE LAMBRO - Due arresti e due denunce per una storia di usura ed estorsione da 100 mila euro a cavallo tra le province lariane. In carcere sono finiti Guido Argentano e Antonio Leone, quarantenni residenti a Ponte Lambro anche se il secondo risulta domiciliato a Canzo. Insieme a complici di Lecco ed Erba, i due sono accusati di avere "strangolato" un commerciante che si era rivolto a loro per avere in prestito del denaro.

m.schiani

© riproduzione riservata