Giovedì 04 Giugno 2009

Via libera al centro benessere
la piscina spostata dal tetto

TAVERNERIO Piscina al centro dell’immobile per garantire la massima riservatezza ai condomini; un’altezza media dello stabile distribuita con maggior equilibrio, copertura delle vasche e spostamento delle bocchette di aerazione dei posteggi sotterranei.
Queste, in sintesi, le modifiche recepite dal Comune di Tavernerio riguardo al centro benessere Mens Sana di via Provinciale che, nei giorni scorsi, ha ricevuto il definitivo via libera da parte del consiglio comunale dopo settimane di intense trattative tra l’amministrazione comunale, la proprietà e gli abitanti della zona. L’intervento, inserito in un Piano integrato d’intervento proposto dall’Aurora Immobiliare di Tavernerio, è da tempo nei piani dei proprietari del terreno dove oggi sorgono un paio di campi da tennis, proprio davanti al Condominio Giardino. Peccato, però, che a mettersi di mezzo siano state le 72 famiglie che vivono in quella zona, preoccupate non solo per le dimensioni, ragguardevoli, del previsto edificio, ma anche per il prevedibile carico di auto e traffico che necessariamente graviterà su via Provinciale. Dopo la prima adozione da parte del Comune, le proteste, accese, non sono affatto mancate. Ne è nato un dialogo, a volte anche con toni accesi, tra amministratori e condomini, con il risultato che, alla fine, si è giunti a una definizione mediata, che magari non piace a tutti, ma che comunque non scontenta più di tanto.
«Il piano – dice il sindaco, Giovanni Rossini – è stato approvato. Si è cercato di venire incontro alle esigenze dei cittadini, salvaguardando i diritti acquisiti della proprietà».
I passaggi fondamentali, come detto, sono semplici. Il primo riguarda la sommità dell’immobile, composto di due piani fuori terra, due piani interrati a posteggio e una soletta con piscina e solarium. Sul tetto, insomma, le vasche saranno spostate al centro dell’immobile e coperte con una struttura apribile, il solarium sarà spostato verso via Provinciale e, in questo modo, sarà garantita la privacy dei condomini, che non avranno più sotto gli occhi i bagnanti stesi a prendere il sole d’estate. L’altezza media non cambierà, ma sarà modificata la disposizione dei volumi all’ultimo piano, così da non creare troppo disagio ai residenti.
Le bocchette di aerazione dei due piani interrati saranno posizionate su via Aldo Moro e non più al confine con i condomini: così facendo, sarà attutito l’impatto acustico e, al contempo, sarà garantito il necessario ricambio d’aria per l’autosilo sotto terra. All’interno del Mens Sana (prima dei lavori dovrà essere sottoscritta una convenzione tra proprietà e Comune) il municipio otterrà un intero piano interrato di posteggi (75 gli stalli previsti) e uno spazio commerciale da 150 metri quadrati di superficie che l’amministrazione vorrebbe destinare a nuovo ufficio postale. La struttura, invece, ospiterà un centro benessere e alcuni esercizi dedicati al servizi alla persona.
Alberto Gaffuri

a.savini

© riproduzione riservata