Domenica 21 Giugno 2009

Denzel Washington
a cena all'Harry's bar

CERNOBBIO Lariowood tiene, anzi nella community di star innamorate del nostro lago entra un altro sex symbol, fascino pari a quello di Clooney.
Ieri, a inaugurare la stagione è arrivato Denzel Hayes Washington Jr, celebrato attore di colore, tra i più pagati d’America. Il suo arrivo a Villa d'Este, che doveva rimaner segreto, non è passato inosservato malgrado il muro di silenzio alzato dal personale del cinque stelle. Troppo affascinante per non essere notato Denzel, in gita a Como con la moglie Pauletta, conosciuta sul set del suo primo film tv “Wilma”. I due hanno cenato all'Harry's bar. La coppia ha portato con sé anche i figli: i due gemelli Malcom e Olivia, nati nel ’91; Katia, nata nell’88 e John David Washington nato nell’85, e che ha recitato con suo padre in Malcom X.
La famigliola, dopo un light lunch con vista sullo splendido panorama, su è infilata dentro l’ammiraglia della flotta Tassel,  per il classico giro turistico. Pare che Washington sia venuto in Italia su invito di una nota griffe italiana, in occasione delle sfilate milanesi di moda maschile per la prossima primavera estate 2010.
Secondo i soliti bene informati, Clooney quindi non c’entra, anche se i due ovviamente si conoscono. E’ probabile, quindi, che a stretto giro di posta arrivi un invito di cortesia anche da Villa Oleandra, dove George vive rintanato da quasi una settimana. E dove, gira voce, stia per sbarcare un altro big one del cinema americano, tale Brad Pitt, sorpreso una decina di giorni fa a Basilea, mentre tutto solo visitava una mostra d’arte.
Se la cosa dovesse verificarsi, l’atmosfera sul Lario diventerebbe davvero incandescente. Già lo sbarco di Denzel è destinato a riempire le pagine delle più patinate riviste di gossip. L’attore è riuscito a diventare una stella di prima grandezza, anche se il suo sogno da bambino era quello di fare il giornalista.
Secondo di tre figli, nasce da una famiglia della media borghesia afroamericana. Dopo il divorzio dei genitori, avvenuto quando aveva quattordici anni, riceve una rigida educazione in collegio e poi si iscrive alla Fordham University di New York, dove si laurea in lettere. Mette subito il diploma nel cassetto per frequentare un corso di recitazione: dopo appena un anno, ottiene la prima parte al San Francisco Conservatory Theatre.
Il debutto sul grande schermo arriva solo  con Carbon Copy a cui fa seguito A soldier’s story (1984). Gira ancora diversi tv movie per poi ottenere la consacrazione con Glory, il film che nel 1989 gli frutta l’Oscar come migliore attore non protagonista. Da allora la sua carriera prende il volo, grazie anche alla scelta di ruoli molto diversi e impegnativi. Nel 1991 gira Mississippi Masala e Verdetto Finale, e nel 1992 conquista i favori di pubblico e critica con Malcom X, cui seguono Molto rumore per nulla dello shakespeariano Kenneth Branagh, Il rapporto Pelican tratto dal best seller di John Grisham e girato accanto alla diva Julia Roberts e il pluripremiato Philadelphia, un trionfo che gli spalanca le porte dell’Olimpo. Non sarebbe male se anche il suo nome si aggiungesse alla lista di celebrities in cerca di casa a Lariowood.
Serena Brivio

a.savini

© riproduzione riservata