Martedì 07 Ottobre 2014

A Cantù nasce «Aria de Butéga»

I falegnami hanno il loro profumo

Tom Bizzozzero con la sua “Aria de Butéga”
(Foto by foto Bartesaghi)

Portarsi la fragranza di una falegnameria dentro casa. La trovata, con finalità benefiche, è della onlus S.i.l.v.i.a., che è riuscita a presentare nell’ultimo weekend di Festa del Legno un profumo per ambienti.E Aria de Butéga, prodotta in una sessantina di flaconi da mezzo litro, una volta aperta, sprigiona in salotto il profumo del cedro.

Le offerte per portarsi in casa l’essenza partono dai 10 euro. A favore di progetti per aiutare i bambini costretti a un letto di ospedale.

«Ci piacerebbe - dice per S.i.l.v.i.a Antonio Bizzozzero, per tutti Tom - che le ditte pensassero alla nostra Aria de Butéga come un gadget da regalare a clienti e amici in occasione del Natale. Qualcuno del settore, mi riferiscono a un paio di visitatori arrivati da Seregno, hanno già apprezzato. A voler abbellire la confezione, si potrebbe pensare a un tappo decorato da qualche ebanista, con la forma di qualche attrezzo di lavoro da bottega».

© riproduzione riservata