Giovedì 10 Aprile 2014

Alpinismo, i primi passi

Il corso del Cai per i “bocia”

Spettacolare: il ghiacciaio del Ventina, in Valmalenco

Imparare ad andare in montagna, cominciando a conoscere quelle a noi più vicine. Appassionarsi ad un ambiente che resta ancora in gran parte incontaminato, per amarlo e, un giorno, preservarlo meglio. Farsi le gambe e, non solo: apprendere come salire sui sentieri più impervi, gestire le proprie forze, sapere che cosa portare nello zaino, come vestirsi, quali scarpe utilizzare, che cosa mangiare.

Tante informazioni utili e l’amore per la natura più prossima ai nostri paesi: è quanto si ripropone di trasmettere ai più piccoli il corso di alpinismo giovanile, promosso anche quest’anno dal Cai di Erba.

Ai ragazzi si propongono cinque uscite che rappresentano il variegato mondo della montagna. In programma tre classiche escursioni: traversata del Monte Cornizzolo da Eupilo a Canzo (il 27 aprile), Monte Bisbino da Cernobbio passando per il suggestivo sentiero delle sculture (18 maggio) e infine le pendici del ghiacciaio del Ventina, dal rifugio Porro in Valmalenco (1 giugno).

Visto l’entusiasmo manifestato lo scorso anno dai ragazzi, prevista anche una gita in grotta: accompagnati dal gruppo Speleo Cai Erba il 4 maggio escursione alla Grotta Europa in Valle Imagna.

Le novità di quest’anno sono rappresentate da un pomeriggio di avvicinamento all’arrampicata nella palestra Comunale di Valbrona (10 maggio) e dal pernottamento di due giorni (14/15 giugno) al rifugio Castiglioni, Alpe Devero, dove in compagnia di un naturalista conosceremo la flora e la fauna del Parco Devero-Veglia. Per chi è interessato, il primo incontro è domani sera alle 21 alla sede del Cai in via Riazzolo 26 (Parravicino) per la presentazione del corso.

© riproduzione riservata