Giovedì 10 Ottobre 2013

Alserio, strettoia impossibile

«Servirebbe un semaforo»

La strettoia di Alserio: doppio senso di marcia impossibile
(Foto by Bartesaghi)

Problemi di viabilità nella strettoia di via Carcano, in centro paese: la questione torna al centro dell’attenzione per la segnalazione e le lamentele di Raffaella Cappelletti, 66 anni, residente in via Sorgenti che parla di situazione insostenibile e della necessità di intervenire sulla viabilità.

La strettoia si trova tra piazza Bozzotti e via Carcano, a poche decine di metri dal municipio: la strada rappresenta la principale arteria che attraversa il paese e lo congiunge a Erba e ad Anzano del Parco. La conformazione del nucleo del centro storico crea però questa sorta di imbuto per il quale da anni è attivo un senso unico alternato, a causa dell’impossibilità oggettiva del passaggio di due mezzi contemporaneamente.

Chi proviene da Anzano deve dare precedenza a coloro che vengono da Erba. Pare che però molti automobilisti non rispettino i cartelli, creando non pochi disagi e rendendo pericoloso l’attraversamento stesso della strettoia.

«È una cosa indescrivibile la maleducazione di molti automobilisti e il non rispetto delle regole – spiega la Cappelletti – Passo di lì per tornare a casa provenendo da Erba in direzione Anzano: dovrei avere la precedenza io, ma mi risulta impossibile immettermi, perché dall’altra parte non rispettano i cartelli e mi anticipano».

«Alla fine - aggiunge - aspetto uno, due, tre macchine e poi mi inserisco, facendo segno a chi viene dalla direzione opposta di fermarsi e di rispettare le precedenze. Mi tocca rasentare anche il muro». La donna che, passata la strettoia gira in via Roma e sale verso la sua abitazione, racconta anche di alterchi verbali con altri automobilisti.

«Spesso mi è capitato che mi insultino e me ne dicano di ogni – spiega – Del resto come alternativa avrei quella di salire da Carcano di Albavilla e poi andare verso casa, ma non posso allungare la strada di 5 chilometri quando devo fare solo 300 metri. Non so cosa sia possibile fare, magari mettere uno stop, perché la situazione è davvero insostenibile».

Nei mesi scorsi si era parlato anche in amministrazione comunale della posa di un semaforo intelligente: la discussione aveva però fatto emergere pareri discordanti anche nella maggioranza e tra i cittadini; coloro infatti che abitano in centro nona accetterebbero il rumore e i fumi di scarico delle auto in sosta. Per ora, quindi, come conferma anche il vicesindaco Stefano Colzani rimane tutto allo stato attuale: «So che purtroppo ci siano automobilisti maleducati che non rispettano i cartelli, ma la strettoia è ben segnalata e il senso unico alternato chiaro – spiega – Non voglio entrare nel merito della questione perché, come ho ribadito, i cartelli esistono e la strettoia non è abbandonata, ma regolata dalla segnaletica».

© riproduzione riservata