Sabato 01 Marzo 2014

Anche ad Alzate e Brenna

i finti addetti dell’acqua

L’acqua usata come scusa dai truffatori
(Foto by Archivio)

I truffatori, in un paio di casi, tra Alzate e dintorni, secondo quanto stima Pragma, la società pubblica dell’acquedotto usata come specchietto per le allodole, sono riusciti a farla franca.

Ma rischiano una breve carriera nel mondo dell’illegalità, coloro che si presentano come letturisti di contatori o che tentano di entrare in casa con la scusa di misurare il livello di mercurio nei rubinetti.

Prelievi assurdi, per una richiesta allarmante ma solo per la finalità: derubare chi crede a chi si presenta al citofono. Attenzione perché ora i controlli sono messi in campo in borghese dalla Polizia. Che, in questi giorni, ha chiesto l’identità anche ai veri e onesti dipendenti di Pragma. I quali sono sempre al lavoro muniti di tesserino.

© riproduzione riservata