Angolani a San Fermo  Un gemellaggio in note
Un momento dell’applaudito concerto delle due orchestre a San Fermo

Angolani a San Fermo

Un gemellaggio in note

È nata una bella collaborazione tra i 45 giovani musicisti dell’orchestra giovanile del Conservatorio di Como e i 35 angolani dell’orchestra sinfonica Kaposoka

Applaudito il concerto

dell’ensemble lariano

con l’orchestra africana

di 35 giovanissimi

È nata una bella collaborazione tra i 45 giovani musicisti dell’orchestra giovanile del Conservatorio di Como e i 35 angolani dell’orchestra sinfonica Kaposoka.

Gli 80 giovani musicisti, alcuni in tenera età, per la maggior parte tra i 10 e 15 anni, mercoledì sera sono stati diretti dal maestro Carlo Taffuri e hanno dato spettacolo nell’auditorium di via Lancini, proponendo un repertorio che dal classico (Vivaldi, Mozart, Bizet, Grieg, Mascagni, Mussorgsky) alternava in modo dinamico ed energico musiche tradizionali africane e una versione per orchestra del tema principale della colonna sonora di “Pirates of the Caribbean” che ha entusiasmato tutti.

Ottima l’interpretazione dei giovani musicisti dell’orchestra sinfonica angolana, con tanto di “ola”.

«Tutti i musicisti avevano ben pronta la loro parte e abbiamo avuto solo due prove per amalgamare i brani insieme», ha detto il maestro Taffuri. Grande apprezzamento del pubblico verso questa proposta organizzata dal Conservatorio di Como su idea della docente Donatella Colombo. Prosegue così la collaborazione tra il Conservatorio e l’amministrazione comunale. L’evento era patrocinato dal Comune di San Fermo.

LEGGETE l’ampio servizio

su LA PROVINCIA di VENERDÌ 22 maggio 2015


© RIPRODUZIONE RISERVATA