Sabato 26 Luglio 2014

Arrestato un parrucchiere

Palpeggiava la dipendente

La stazione dei carabinieri di via Salvo d’Acquisto, a Mariano
(Foto by archivio)

Alla fine non ce l’ha fatta più a sopportare. Quelle mani ovunque, quei baci sgraditi dati a tradimento da un uomo di trent’anni più grande le bruciavano addosso come acido. Perché la dignità vale più anche di un posto di lavoro.

Ieri, poco prima di mezzogiorno, una ragazza di 19 anni residente a Mariano si è presentata alla stazione dei carabinieri cittadina. E ha denunciato il suo titolare, dalla quale era appena fuggita dopo essere stata vittima delle ennesime, pesantissime avance sessuali.

I militari hanno immediatamente verificato le accuse. E hanno proceduto con l’arresto.

In manette è così finito un uomo di 49 anni, titolare di un negozio di parrucchiere per signora in città.

L’accusa, pesantissima, è quella di violenza sessuale continuata e aggravata dal fatto che la vittima era una sua dipendente, e perciò in una posizione di soggezione.

L’uomo si trova ora nel carcere del Bassone, a Como, in attesa dell’eventuale convalida dell’arresto.

Tutti i particolari sul giornale in edicola.

© riproduzione riservata