Audi gialla, fine della corsa Trovata bruciata a Treviso
L’Audi svizzera protagonista delle scorribande in Veneto

Audi gialla, fine della corsa
Trovata bruciata a Treviso

L’auto con tre banditi a bordo ha percorso contromano il passante di Mestre. Rubata a Malpensa a un russo di Lugano. I malviventi si erano resi responsabili di numerose rapine, ma anche della morte di una donna 58enne di origini russe

E’ stata bruciata nella notte in provincia di Treviso l’Audi Rs4 gialla al centro di una caccia senza precedenti, da giorni, da parte delle forze dell’ordine.Sentendosi braccati i tre malviventi hanno incendiato l’auto in aperta campagna, vicino ad un torrente, tra One’ di Fonte ed Asolo. Le fiamme hanno allarmato alcuni cittadini che hanno chiamato i vigili del fuoco.

I malviventi alla guida dell’Audi Rs4 gialla, targata Canton Ticino, si sono resi responsabili di numerose rapine ma anche della morte di una donna 58enne di origini russe. La vettura, che monta un motore Lamborghini, nei giorni scorsi ha infatti percorso contromano il passante di Mestre negli stessi momenti in cui la macchina della donna si schiantava contro un furgone.

Secondo quando riferisce il Corriere del Ticino la Audi è intestata a un uomo di origine russa residente a Lugano-Besso. L’Audi RS4 gialla da oltre 500 cavalli è stata rubata il 26 dicembre all’aeroporto della Malpensa da un terzetto di rapinatori armati, tuttora in fuga.

.


© RIPRODUZIONE RISERVATA