Mercoledì 06 Novembre 2013

Aziende anti tasse

Michele Santoro a Carugo

Giuseppe Caggiano (a sinistra) e Giovanni Guerrieri durante le riprese
(Foto by Foto Bartesaghi)

Le telecamere sono tornate ad accendersi nel capannone di via Sant’Isidoro del marmista Giuseppe Caggiano.

Questa volta a interessarsi della spinosa questione sollevata dall’imprenditore locale e dal collega marianese Giovanni Guerrieri sulle difficoltà che stanno attraversando le aziende per colpa dell’eccessiva tassazione, ha interessato la trasmissione “Servizio Pubblico” condotta da Michele Santoro in onda domani su La7.

Una troupe inviata da Roma ha voluto come prima cosa fare tappa a Carugo: il giornalista Andrea Casadio, accompagnato da un cameraman e da un fonico ha messo a confronto la posizione di Giovanni Guerrieri, determinato ormai a trasferire nel 2014 la sua azienda in Svizzera, con quella di Caggiano che - dopo un primo tentennamento avuto dopo aver partecipato a Chiasso al convegno Benvenuta Impresa – ha invece deciso di restare in Italia e fare qualcosa per cambiare la situazione.

Un proposito che si è concretizzato nell’iniziativa del drappo bianco, la rivoluzione pacifica dei lavoratori che vogliono dire basta a un fisco “tiranno” attraverso lo Stop Day che si svolgerà il 29 novembre a Cantù.

Le riprese dell’intervista, salvo slittamenti, andranno in onda dopodomani nel contesto di una puntata su un’Italia che sta “chiudendo battenti” e non solo per colpa della crisi.

Tanto è vero che la troupe de La7 si fermerà in zona per qualche giorno andando a cercare soprattutto oltre confine quante e quali sono le aziende italiane che hanno scelto di abbandonare il Paese per fare impresa dove sembra più semplice.

© riproduzione riservata