Ballabio, rubano il rame  poi inquinano il paese
I fili sono stati abbandonati a margine della strada per Morterone

Ballabio, rubano il rame

poi inquinano il paese

Ieri mattina l’ennesima matassa di fili di plastica

senza più il prezioso metallo ritrovati abbandonati

Continuano a saltar fuori cavi di gomma a ridosso della strada provinciale Ballabio-Morterone. Ultima matassa ieri, ma il sindaco Giovanni Bruno Bussola riconduce questo ritrovamento ad una fatto risalente ad almeno dieci giorni fa, quando di questo cavi se ne erano trovati da tutte le parti sempre sulla strada per Morterone ma anche in quella lecchese di Montalbano. «Sono gli stessi - precisa il primo cittadino -, rinvenuti senza anima di rame all’interno di questi fili. Siamo praticamente certi che si tratti di indizi che fano risalire ad un furto di rame. I ladri - continua Bussola - hanno asportato, chissà da dove, questi piccoli cavi, al cui interno c’era rame che adesso non c’è più. Il fatto l’abbiamo segnalato alle forze dell’ordine. Stiamo verificando se i luoghi della Ballabio Morterone dove sono stati rinvenuti questi fili siano in territorio di Ballabio o piuttosto di Lecco».


© RIPRODUZIONE RISERVATA