Batterio killer degli ulivi e delle viti  Le analisi nei laboratori di Minoprio
Un ulivo attaccato da “xylella”

Batterio killer degli ulivi e delle viti

Le analisi nei laboratori di Minoprio

L’anno scorso raccolto abbattutto dell’80 per cento della mosca olearia

Non c’è pace per le olive lariane. L’anno scorso il raccolto è stato abbattuto di oltre l’80% a causa della mosca olearia.

Quest’anno gli agronomi prevedono la diffusione della cosiddetta “lebbra dell’ulivo”, altrettanto preoccupante, e da ultimo alcune piante di un lotto infetto da Xylella sono state portate a Minoprio per essere analizzate dal laboratorio fitosanitario. Lo ha comunicato Coldiretti, spiegando che il lotto infetto riguarda piante di caffè ad uso ornamentale provenienti dalla Costa Rica e passate dall’Olanda prima di arrivare in Lombardia.

A colpirle sarebbe stato proprio questo batterio originario della California e già ampiamente diffuso nel meridione dove sta facendo strage di ulivi.


© RIPRODUZIONE RISERVATA