Sabato 27 Settembre 2014

Botte a vigilantes e carabinieri

Arrestato writer canturino

Anche Cantù non è immune dai raid dei graffitari
(Foto by archivio)

Ha 26 anni ed è nato a Cantù, anche se ormai abita stabilmente a Milano.

È uno dei tre writer accusati di aver scatenato una vera e propria guerriglia urbana, e di aver reagito con spranghe e denti al tentativo dei vigilantes dell’Atm prima e dei carabinieri poi, di fermarli.

È stato l’unico bloccato dalle forze dell’ordine, mentre gli altri due compagni di avventura sono riusciti a dileguarsi. Il giovane è accusato di resistenza a pubblico ufficiale, lesioni deturpazioni. E già in passato era stato chiamato in causa per simili reati. Nel suo borsone sono stati trovati un bastone lungo circa settanta centimetri e sei bombolette spray.

Dopo averlo fermato, i carabinieri hanno inviato gli atti alla Procura della Repubblica monzese, che ha disposto l’arresto.

Il fatto è accaduto nel parco Gramsci, a Sesto San Giovanni, in provincia di Milano nella notte fra mercoledì e giovedì.

Obbiettivo dei ragazzi erano i vagoni della metropolitana. Ma sono stati scoperti mentre erano in azione. Da lì la loro reazione violenta che potrebbe costare cara al giovane canturino.

© riproduzione riservata