Caccia al milionario  del Gratta e vinci  «So chi è il fortunato»
Giorgio Calabrese (a sinistra) con la comunicazione della super vincita

Caccia al milionario

del Gratta e vinci

«So chi è il fortunato»

Lurate Caccivio. Una telefonata anonima e tante voci portano a un pizzaiolo di Caccivio. Il sospettato nega: «Lo dicono, ma non sono io»

Gratta e vinci da cinque milioni, in paese è caccia al super fortunato. Addirittura una telefonata anonima, burla o soffiata che sia, indica nel pizzaiolo Adriano Iannantuoni il possibile vincitore del premio milionario realizzato alla pasticceria Ernani, in via Venti Settembre, con un biglietto del valore di 20 euro del Nuovo maxi miliardario. Lui sta al gioco, ma nega di essere stato baciato dalla dea bendata, pur ammettendo di acquistare Gratta e vinci da 20 euro.

«Non sono io il vincitore dei cinque milioni – smentisce Iannatuoni, 42 anni, gestore della pizzeria “Miseria e Nobiltà” in via Venti Settembre – Circola questa voce in paese e in tanti mi fanno i complimenti per la vincita, ma non è vero».

Nega, sorridendo, e aggiunge con una precisione da addetto ai lavori che appare un po’ “sospetta”: «In media ci vogliono tre mesi e quindici giorni per riscuotere la vincita; se trascorso questo periodo non sarò più in pizzeria, vuol dire che sono il vincitore».

I dettagli su La Provincia in edicola domenica 21 maggio

© RIPRODUZIONE RISERVATA