Cade e muore in Alta Valmalenco   Alpinista, lavorava a Erba
Enrico Olivo, per tutti Tico

Cade e muore in Alta Valmalenco

Alpinista, lavorava a Erba

Enrico Olivo, detto Tico, ha perso la vita a causa di un infortunio nella zona del Monte Torrione Porro, in Alta Valmalenco, mentre stava operando per l’Engeco una ditta specializzata nel consolidamento di pareti rocciose

Erba

Nuova tragedia sulle cime della Valtellina. A perdere la vita è un alpinista illustre, che ha scritto la storia dell’arrampicata in Val di Mello. Enrico Olivo, detto Tico, che lavorava a Erba, è morto a causa di un infortunio nella zona del Monte Torrione Porro, in Alta Valmalenco, mentre stava lavorando per l’Engeco di Erba una ditta specializzata nel consolidamento di pareti rocciose e nell’installazione di paravalanghe di cui era dipendente.

E’ accaduto nel primo pomeriggio di oggi. La zona è situata a 2400 metri di altitudine, poco distante dal Rifugio Gerli Porro. Olivo, 58 anni, di Chiesa Valmalenco, per ragioni da accertare è scivolato ed è precipitato per una cinquantina di metri. La dinamica esatta sarà ricostruita nelle prossime ore. Purtroppo non c’è stato nulla da fare.

Subito sul posto l’eliambulanza del 112 di Sondrio, con il supporto delle squadre territoriali della VII Delegazione Valtellina – Valchiavenna, appartenenti alla Stazione di Valmalenco, per il trasporto del corpo a Caiolo. Oltre a essere un arrampicatore di alto livello, era stato anche un soccorritore del Cnsas (Corpo nazionale soccorso alpino e speleologico). «Il Soccorso alpino - si legge nel comunicato diffuso pochi minuti fa - esprime profondo cordoglio alla famiglia, con grande stima, riconoscenza e affetto sincero per questa persona, che ha condiviso molti anni della propria vita con il Corpo e con i colleghi soccorritori, durante gli interventi e le esercitazioni ma anche in altri momenti, dedicati alla passione per la montagna».

© RIPRODUZIONE RISERVATA