Calcioscommesse, si costituisce lo “zingaro” di Cernobbio

Calcioscommesse, si costituisce
lo “zingaro” di Cernobbio

Dopo quattro anni di latitanza arriva in Italia Hristiyan Ilievski. L’accusa: da un appartamento comasco truccava le partite di Serie A e B

Aveva preso in affitto un appartamento a Cernobbio e, da qui, assieme a un paio di complici avrebbe truccato o tentato di truccare decine di partite di calcio dei campionati di Serie A, B e C. Si è costituito, dopo quasi quattro anni di latitanza, Hristiyan Ilievski, detto lo sfregiato, considerato dagli inquirenti che indagano sul Calcioscommesse uno dei capi del cosiddetto gruppo degli “zingari”.

Ilievski è atterrato a Orio al Serio dov’è stato preso in consegna dai poliziotti mandati dalla Procura di Cremona, titolare del fascicolo d’inchiesta che vede indagate ben 130 persone. Un’inchiesta formalmente chiusa, in attesa della decisione sulle eventuali richieste di rinvio a giudizio. Ma che ora potrebbe subire un nuovo scossone: Ilievski sarebbe infatti intenzionato a collaborare con la magistratura e, stando a quanto ricostruito in questi anni di indagini, di cose ne potrebbe sapere davvero tante.


© RIPRODUZIONE RISERVATA