Domenica 19 Ottobre 2014

Campi devastati nel Pian di Spagna

Razzie senza fine di cervi e cinghiali

I campi inutilmente protetti, gli animali selvatici sono devastanti

Il Consorzio Pian di Spagna, che nel marzo scorso aveva messo a bilancio 70 mila euro per risarcire gli agricoltori che hanno subito danni da selvaggina, afferma di non avere più risorse per far fronte all’impegno.

E il braccio di ferro con la categoria di inasprisce mentre

i campi a ridosso delle abitazioni sono stati devastati, obbligando i proprietari a recintarli col filo elettrico, soluzione che costituisce un palliativo.

Più ancora del risarcimento danni, la categoria chiede una soluzione definitiva del problema e garanzie per il futuro, compreso anche il contenimento delle specie che prolificano e che, essendo più numerose, fanno danni sempre maggiori. Si cerca il confronto con le istituzioni, che però - sostengono gli agricoltori danneggiati - sono sempre più inavvicinabili.

Leggete tutti i particolari nel servizio sull’edizione odierna de La Provincia.

Gianpiero Riva

© riproduzione riservata