Sabato 01 Marzo 2014

Cantù, affitti stabili

Ma crescono i morosi

Un cartello “affittasi” nel centro di Cantù
(Foto by Archivio)

Un mercato degli affitti, per le abitazioni, fin troppo calmo, con prezzi uguali se non persino più bassi rispetto a un paio d’anni fa. E la sensazione, per alcuni, che gli sfratti siano in crescita.

Di certo, sono maggiori i vincoli richiesti dai proprietari, i quali non si fidano più delle disavventure lavorative in cui possono incappare gli inquilini, in tempi di precariato e di avventure d’impresa.

Oltre alla cauzione, si chiedono persino fideiussioni bancarie e assicurazioni private, a garanzia ulteriore del contratto. Al punto che il sindacato inquilini è pronto a chiedere al Comune di Cantù di trovare nuove soluzioni, alla ricerca di garanzie per chi non può permettersele.

Dario Mascheroni, Sicet Cisl, chiede di «valutare se c’è qualche possibilità, magari attraverso enti o fondazioni, di dare garanzie per chi vorrebbe entrare in affitto».

© riproduzione riservata