Venerdì 29 Agosto 2014

«Cantù, lady Cremascoli

rimane l’anima del basket»

Le pagine che interessano sono quelle scritte sul campo. Restando fuori di metafora e passando ai giornali, quelle sportive e non quelle economiche.

Di fronte all’operazione che ha visto protagonista la Ngc Medical spa, società della famiglia Cremascoli, ceduta alla Medtronic, i tifosi della Pallacanestro Cantù si dicono sereni.

Per la serietà dell’atteggiamento che questi hanno sempre dimostrato, perché Anna Cremascoli ha garantito, testuali parole, che continueranno la propria presenza nel territorio.

Il colosso americano già aveva rilevato il 30% della Ngc in primavera e ora l’ha acquistata completamente con un’operazione da 350 milioni di dollari, leggi 265 milioni di euro.

I Cremascoli, dal 2008 proprietari del basket cittadino, rimarranno nel management. Uno di quei passaggi che fanno tremare i polsi, viste le cifre in ballo. Ma sul versante baskettaro, in città nessuno pare fare un plissé.

Tutti tranquilli

«Personalmente sono molto tranquillo – commenta il sindaco Claudio Bizzozero -. Anna Cremascoli ha fatto da tempo le proprie scelte e da tempo le ha rese pubbliche».

«Forse, arrivo a ipotizzare, ora potrà essere anche più tranquilla negli impegni legati alla pallacanestro. Non credo che nessuno si sia stupito troppo – prosegue – proprio perché se ne era già parlato. In ogni caso Anna Cremascoli quando prende un impegno ha sempre dimostrato di volerlo portare avanti. In luglio è stato presentato un progetto solido e tutti nuovi soci stanno facendo un ottimo lavoro con lei».

Leggi le altre reazioni sul numero in edicola venerdì 29 agosto.

© riproduzione riservata