Lunedì 30 Settembre 2013

Cantù, sempre più poveri

Ma aiuti ridotti del 70%

La distribuzione di vestiario a un povero da parte della Caritas di San Teodoro in un’immagine d’archivio

Tagli fino al 70% nei contributi economici a chi versa in difficoltà, da qui alla fine dell’anno. I fondi messi a disposizione al Comune per aiutare chi si trovi in una situazione di disagio economico sono gli stessi dell’anno passato.

Ma il numero delle persone vittime della povertà è esploso, soprattutto per quanto riguarda gli sfratti: in quattro mesi, da gennaio ad aprile, sono stati tanti quanti in tutto il 2012. E nel solo mese di settembre sono stati segnalati ben 30 nuovi casi di cui i servizi sociali si occuperanno.

Una situazione gravissima, che ha richiesto quella che l’amministrazione definisce «misura restrittiva straordinaria», che non arriva alla sospensione dei contributi ma, pur di riuscire ad aiutare il maggior numero di cittadini possibile, assottiglia l’importo, visto che il gruzzolo a disposizione è ridotto e la richiesta alta. E in continua crescita.

La relazione stilata dalle assistenti sociali lo racconta nei numeri. Nel 2012 erano 307 gli utenti in carico agli uffici di via Cavour, e quelli in carico al 31 luglio – in pratica metà anno – erano già 304.

Quasi la stessa cifra. Peggiore ancora il quadro tracciato per quanto riguarda i beneficiari di un contributo economico, che sono stati 236 nel 2012 e 297 – 61 in più, un incremento del 25% – nei soli primi sette mesi del 2013. Il che significa che le cifre entro dicembre si faranno ancora più preoccupanti.

Altri dettagli sul numero in edicola.

© riproduzione riservata