Martedì 31 Dicembre 2013

Cantù, vandali all’oratorio

Forzato il cancello d’ingresso

L’ingresso dell’oratorio di San Paolo in via Fiammenghini

Tornano gli episodi di vandalismo nella zona attorno alla basilica romanica di San Paolo.

A farne le spese questa volta è stato il cancello dell’oratorio e il giardino della scuola materna di via Fiammenghini. Gli episodi sono avvenuti nei giorni immediatamente successivi al Natale.

I soliti ignoti hanno assalito per due volte il cancello dell’oratorio dedicato a “San Giovanni Bosco”, spaccando il lucchetto d’ingresso sul lato della via XXIV Maggio. Stando ad una prima ricostruzione dei fatti, l’episodio sarebbe avvenuto nottetempo, perché la serratura che chiude la porta principale d’ingresso all’oratorio era appena stata aggiustata, quando è stata nuovamente manomessa, sicuramente ancora in orario notturno. L’oratorio era stato finora risparmiato dai numerosi episodi di vandalismo che hanno contraddistinto l’intera zona adiacente a San Paolo negli ultimi tempi.

La parte anteriore, quella che si affaccia sulla via Fiammenghini, tutta rivestita di pareti inaccessibili e di portoni in acciaio è difficilmente attaccabile. Che l’atto vandalico possa essere accaduto di giorno è improbabile, anche perché la porta d’accesso dell’oratorio viene di solito chiusa proprio durante la notte. Di giorno è una zona molto animata, c’è sempre qualcuno che passa anche per strada e un episodio d’inciviltà sarebbe subito notato anche dai passanti. L’altro episodio di grave inciviltà si è verificato sempre nei giorni successivi al Natale, nel piccolo giardino esterno alla scuola materna di San Paolo.

L’asilo s trova in via Fiammenghini ed è recintato da una cancellata e ha anche un portone d’ingresso in metallo. Dentro il piccolo parco sono stati gettati rifiuti di ogni sorta, tra cui due pneumatici, forse proveniente da qualche vettura rubata.

E poi bottiglie vuote, avvolte in alcuni sacchi, un ombrello, vetri ovunque. Senza dubbio non si tratta di un bel biglietto da visita per l’asilo di San Paolo in vista dell’imminente ripresa dell’attività didattica dopo la sospensione per le festività natalizie. Anche perché in questi giorni la scuola materna sta assumendo l’aspetto del parco abbandonato della ex filanda Bergna, che si trova proprio davanti alla stessa materna parrocchiale.

D’altro canto la via Fiammenghini nel tratto tra via Pietrasanta e via Ariberto è da tempo il regno dell’abbandono e dello squallore: sia per l’esistenza di case abbandonate sia per le condizioni igieniche in cui è ridotta la strada.n G. Mon.

© riproduzione riservata