Giovedì 28 Agosto 2014

Carimate, falsi tecnici

truffano due anziane

Un posto di controllo dei carabinieri a Carimate
(Foto by archivio)

Si sono finti addetti del servizio idrico, si sono fatti aprire la porta di casa con la scusa di un controllo. E poi sono scappati, non prima di avere arraffato gioielli e denaro per 15mila euro a due pensionate di Carimate.

Per questo oggi tanto Canturina Servizi quanto il sindaco Roberto Allevi lanciano l’allarme: occhi bene aperti, e in caso di dubbi, sempre meglio una telefonata di controllo.

Ennesima truffa, ennesimo episodio odioso che ha preso di mira due donne. Ieri mattina due individui, spacciandosi per addetti di Canturina Servizi, hanno suonato ai loro campanelli. Forse un caso, o forse, più probabile visto come operano questi truffatori, avevano preso di mira un obiettivo preciso, vulnerabile.

Si sono presentati vestiti da addetti del servizio idrico, con tanto di finto cartellino, e le due si sono fidate.

Inizialmente sembrava volessero leggere il contatore, per verificare l’entità del consumo. Poi in realtà pare abbiamo chiesto di controllare l’acqua, adducendo motivazioni legate alla qualità della stessa, ipotizzando addirittura che potesse contenere sostanze pericolose per la sicurezza delle ignare cittadine.

Tutto falso, e una volta all’interno la coppia di malfattori è riuscita a impossessarsi di denaro e gioielli per un bottino del valore presunto di 15mila euro. Poi se ne sono andati in tutta fretta, prima che le due donne riuscissero a realizzare di essere state raggirate.

Altri dettagli sul numero in edicola giovedì 28 agosto.

© riproduzione riservata