Sabato 07 Dicembre 2013

Cartomante denunciata
Sei truffe da 150 mila euro

Riti magici usati per ottenere soldi dalle vittime n archivio

Una cartomante e veggente che, con la complicità del suo compagno, detto il “maestro” delle erbe, ha messo a segno truffe per 150mila euro.

La fiorente attività della maga e del suo complice è stata stroncata dagli agenti della Squadra Mobile di Lecco che, dopo aver ricevuto le segnalazioni di parenti e amici di due settantenni raggirate, hanno iniziato le loro indagini.

Nei guai, denunciati per truffa aggravata, è finita una coppia di conviventi quarantenni residenti nel Canturino: i raggiri che per ora vengono contestai sono sei (due a Lecco città e gli altri in provincia di Como) ma il sospetto degli inquirenti è che nella loro rete possano essere finiti altri anziani.

La maga e il maestro utilizzavano modalità molto collaudate (e redditizie) per truffare le loro vittime: l’obiettivo era sempre quello di togliere il malocchio dalle persone o dagli oggetti.

Da quanto è stato possibile finora ricostruire, la cartomante e veggente operava sempre su appuntamento a casa delle persone, si trattava sempre di anziani che abitavano da soli. La maga, attraverso i suoi riti che spesso si avvalevano delle consulenze del suo compagno, il maestro delle erbe, riusciva a “scoprire” se le persone fossero vittime di un malocchio o se questo fosse imprigionato dai loro oggetti personali: spesso collane, anelli o altri monili di grande valore economico.

La donna, con la scusa di liberare dagli influssi negativi questi oggetti, li portava via per sottoporli a tecniche di depurazione: ovviamente le proprietarie non vedevano più le loro collane e gli altri oggetti in oro sequestrati. La sedicente maga, per i suoi servigi, si faceva anche pagare con ricariche sulla sua carta poste pay ma non disdegnava ricevere anche pagamenti in contanti.

Per ora i casi di truffe accertati dalle forze dell’ordine sono sei per un “giro d’affari” complessivo di 150mila euro: dopo la perquisizione effettuata nell’appartamento nel Canturino in cui convivono maga e maestro, diversi monili sono stati comunque già riconsegnati ai legittimi proprietari.

A Lecco sono finite nella rete dei truffatori due donne, entrambe settantenni: le anziane hanno poi raccontato ad alcuni parenti di aver ricevuto la visita della maga per vincere il malocchio in cambio di cospicui pagamenti. A quel punto sono scattate le segnalazioni in Questura e l’indagine della Squadra Mobile ha mosso i primi passi.

Gli inquirenti invitano le persone che credono di essere state vittime di questa coppia di cartomanti di farsi avanti e contattare la Questura di Lecco.

L’indagine non è ancora conclusa e potrebbe avere nei prossimi giorni ulteriori sviluppi sia in città, sia in provincia di Como.

© riproduzione riservata