Casatenovo, ragazzina aggredita Il giudice convalida il fermo
casatenovo spaccata sellaio con auto carabinieri e bastone usato nel furto (Foto by Lorenzo Perego)

Casatenovo, ragazzina aggredita
Il giudice convalida il fermo

L’udienza a Bologna, in manette un brasiliano di 35 anni residente in Valtellina

È stato convalidato dal gip di Bologna il fermo di Raul Rodriguez Da Silva, 35 anni, brasiliano residente a Berbenno di Valtellina (Sondrio), accusato di aver molestato sessualmente la settimana scorsa due ragazzine a Monza e Casatenovo. L’uomo é stato fermato venerdì a Imola dagli agenti della Squadra Mobile di Milano. Secondo quanto ricostruito dagli investigatori, lunedì scorso avrebbe seguito una tredicenne di Monza mentre faceva rientro a casa. Quando la ragazzina è entrata nel portone del suo palazzo, l’uomo l’ha aggredita dopo essersi riuscito a intrufolare in ascensore con lei. Nonostante la paura la ragazzina ha reagito mordendogli una mano ed è riuscita a scappare in casa. Poche ore prima, Da Silva, stando alle indagini dei carabinieri della stazione di Casatenovo, aveva seguito un’altra ragazzina mentre faceva ritorno a casa da scuola, a Campofiorenzo. Anche in questo caso, l’ha seguita dalla fermata del bus fin dentro l’androne di casa, per poi palpeggiarla e tentare di trascinarla via, tappandole la bocca. L’adolescente è riuscita a sottrarsi all’aggressione urlando e divincolandosi.

Entrambe le vittime, accompagnate dai genitori, hanno sporto denuncia mettendo in moto le indagini. Da Silva si era spostato dalla provincia di Sondrio a quella di Bologna, quando gli agenti della Squadra Mobile di Milano lo hanno raggiunto e fermato, tre giorni fa. Le indagini proseguono perché all’esame degli investigatori vi sono altri episodi che si sarebbero verificati nelle settimane scorse tra la Brianza e il Lecchese.


© RIPRODUZIONE RISERVATA