Cavallasca, in tre anni un aiuto concreto   “Adotta una famiglia” vince le difficoltà
La scuola primaria Karol Wojtyla di Cavallasca. “Adotta una famiglia” aiuta anche per le spese scolastiche

Cavallasca, in tre anni un aiuto concreto

“Adotta una famiglia” vince le difficoltà

Bilancio positivo per il progetto sociale varato dalla parrocchia di San Michele. Non finanziamenti ma vaucher per saldare le spese. La formula ha convinto Villa Guardia

Dall’aprile 2012, di cambiamenti a livello di possibilità familiari ce ne sono stati tanti e, purtroppo, non in meglio. Sempre più famiglie fanno fatica a tenere il passo con le spese e gli impegni economici quotidiani (utenze, affitto, spese mediche e scolastiche).

Dal 2012 “Adotta una famiglia” - l’iniziativa lanciata dalla parrocchia di San Michele e dall’amministrazione comunale per la costituzione di un fondo cui tutte le famiglie di Cavallasca possono contribuire a sostegno di quelle in difficoltà economica - continua a vivere e periodicamente gli amministratori comunali fanno il punto della situazione, raccogliendo dati, elaborandoli, traducendoli nella fotografia della realtà cavallaschina e implementando il progetto secondo le esigenze manifestate.

“Adotta una famiglia” è un’attività che il Comune e la parrocchia gestiscono insieme, in base a un protocollo d’intesa che avrà validità fino al 2017.

LEGGETE l’ampio servizio su LA PROVINCIA di MERCOLEDÌ 8 luglio 2015

© RIPRODUZIONE RISERVATA