Colico, i casi di Covid
doppi rispetto a marzo

Ieri ne venivano censiti 64, contro i 32 della prima ondata Anche in Alto Lago si registra un’impennata vorticosa

Colico, i casi di Covid doppi rispetto a marzo
Per i soccorritori e i medici dell’Alto Lago grande carico di lavoro

Era il 29 giugno quando il sindaco colichese Monica Gilardi comunicava con grande sollievo che tutti i concittadini che risultavano positivi al coronavirus erano guariti e Colico era Covid free. I numeri di qualche giorno prima parlavano di 32 casi positivi di cui 26 guariti. Oggi a Colico è tutt’altra storia ed è stato battuto il “record”: i casi positivi sono saliti a 64 ed il numero di guariti è di due. Sono state messe in quarantena inoltre una classe della scuola media dell’Ics “Galileo Galilei” ed una dell’istituto superiore “Marco Polo” che si aggiungono ai due sottogruppi degli asili di Villatico e Curcio che sono a casa in sorveglianza. Oggi è la giornata di Ognissanti e domani si commemorano invece i defunti ed il sindaco fa appello ai colichesi al rispetto delle regole: «Ricordo a tutti che anche all’interno dei cimiteri bisogna sempre mantenere le distanze, - dice Gilardi - utilizzare la mascherina e igienizzarsi le mani. A tale riguardo, per chi ne fosse sprovvisto, verrà messo a disposizione dell’igienizzante all’ingresso del cimitero». L’aggiornamento Covid-19 a Dervio, fatto dal primo cittadino Stefano Cassinelli, parla di cinque casi positivi a cui attualmente si aggiungono altre sei persone in sorveglianza: «Chiediamo ancora una volta a tutti i cittadini – è l’appello del sindaco – di rispettare le indicazioni per la salvaguardia della salute di tutti».

Bellano invece registra venti casi di persone positive, secondo i dati in possesso del sindaco Antonio Rusconi, e ci sono quattro classi dell’Ics “Monsignor Luigi Vitali” per le quali è stata sospesa l’attività didattica in presenza. L’ultima in ordine di tempo è la 1^ A delle medie dopo che il 28 ottobre era stato rilevato un alunno positivo al tampone molecolare quindi la classe resterà in didattica digitale integrata fino al 6 novembre. Domani rientreranno invece tre classi, dopo la quarantena: la 2^ A delle medie per la quale era scattata il 24 ottobre per un alunno positivo al tampone e la 2^ A e la 2^ B delle elementari per la positività al tampone di un insegnante. In quarantena c’è anche una classe della scuola dell’infanzia privata “Tommaso Grossi”. Quattro casi di positività di residenti in abitazione ed altri quattro casi di contatto stretto, in quarantena in casa, sono segnalati infine anche a Perledo dal sindaco Ferdinando De Giambattista. «La situazione appare sotto controllo – afferma – l’amministrazione comunale è in contatto continuo con Ats, Prefettura e Forze dell’ordine. Non essendoci ad oggi motivi di allarme, invito tutta la popolazione a seguire le indicazioni di prevenzione che sono state diffuse, evitando di divulgare messaggi non attendibili».n 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

{# #}