Sabato 01 Marzo 2014

Como, pugno all’autista del bus

Padre e figlio condannati

Un bus cittadino

Como

Un pugno in faccia all’autista dell’autobus, reo di avere urtato la loro auto e di essersi allontanato senza fermarsi.

Per questo motivo, ieri mattina, il tribunale di Como ha condannato a sei mesi di detenzione - con il beneficio della sospensione condizionale della pena - e al pagamento di cinquemila euro di risarcimento. Un uomo, di 62 anni, di Tavernerio, che il 28 ottobre del 2012, in via Briantea, fermò un autobus di linea di Asf diretto a Erba aggredendo il conducente.

Con lui, alla medesima pena - a con un risarcimento di 3mila euro -, è stato condannato anche il figlio, lui pure di Tavernerio, 36 anni, processato al pari di papà per il reato di interruzione di pubblico servizio.

© riproduzione riservata