Domenica 06 Ottobre 2013

Comune e municipalizzata

Mozzate, 36 milioni di debiti

Il pubblico presente all’assemblea dell’altra sera

Diciassette milioni euro di debiti per Mozzate patrimonio, ai quali se ne aggiungono altri dodici per il canone di locazione dell’area festa e dell’area Brera e altri sette milioni e mezzo per voci ancora da verificare,. Il tutto per un totale di 36 milioni e mezzo.

Per contro ci sono sette milioni e 338 mila euro di crediti vantati dalla Mozzate patrimonio, la maggior parte dei quali verso il Comune e di 2 milioni e 872 mila euro di crediti verso le altre società partecipate dalla controllata; all’appello mancano infine circa 150 mila euro degli affitti degli inquilini.

Questi i numeri della situazione debitoria del Comune presentati l’altra sera dall’amministrazione in un incontro pubblico al quale hanno partecipato duecento persone.

Le azioni legali

Nel corso dell’assemblea è poi stato reso noto che, sul versante legale, sono 84 le procedure esecutive e le formali lettere ricevute, in particolare: 25 atti di precetto, sette decreti ingiuntivi, un ricorso per dichiarazione di fallimento, quattro atti di citazione, 24 lettere di altrettanti avvocati, 14 pignoramenti conto terzi, 1 di diffida per riconsegna immobile, due pignoramenti immobiliari, 4 procedimenti per cessione credito; il tutto per un totale di oltre 12 milioni e 716. mila euro.

Gli amministratori hanno poi illustrato anche le strategie avviate per cercare di riportare il più possibile la situazione alla normalità: «Stiamo lavorando per risolvere la questione delle compensazioni ambientali e poter quindi ottenere le previste entrate straordinarie per il rimodellamento della discarica pari a circa 8.5 milioni di euro – spiegano il sindaco Luigi Monza ed il suo vice Francesca Preatoni – siamo poi impegnati a confrontarci con la Provincia e la Regione per svincolare il fondo di riqualificazione della discarica, valutando la possibilità di renderlo fruttifero ed ottenere in questo modo la disponibilità di circa 150-200 mila euro l’anno , stiamo anche pensando alla vendita delle quote societarie di Seprio Com ed E2a ».

Tra gli obiettivi che la nuova amministrazione si è posta c’è quello di bloccare la aste immobiliari, sul fronte delle partecipate si vuole intanto riorganizzare Asp in un’ottica d’imprenditoria sociale, cercando ad esempio d’ottenere i fondi finanziari disponibili a livello europeo o tramite i bandi della fondazione Cariplo. Si conferma la prospettata chiusura per la fondazione Ambrosius , mentre c’è l’intenzione di rifondare la Mozzate sport , rendendola indipendente da Mozzate patrimonio , perché possa gestire al meglio i locali impianti sportivi.

© riproduzione riservata