Continua la morìa dei piccoli negozi  E intanto arriva un altro supermarket
Cristina Valsecchi, presidente di zona della Confcommercio

Continua la morìa dei piccoli negozi

E intanto arriva un altro supermarket

CalolziocorteUna catena di discount alimentari ha presentato la richiesta di poter aprire

La Confcommercio: «Macché ripresa, i negozianti sanno che la crisi non se n’è ancora andata»

Un nuovo negozio storico del centro cittadino sta per abbassare definitivamente la saracinesca, mentre all’orizzonte si intravede la nascita di un nuovo supermercato a due passi dal centro, che potrebbe avere effetti pesanti per l’economia dei negozi di vicinato del cuore cittadino.

Il momento continua a essere difficile, per le attività commerciali di Calolzio. Entro la fine del mese, infatti, anche la storica lavanderia “Sole”, che caratterizza da decenni la parte iniziale di via Fratelli Calvi, cesserà la propria attività, lasciando un’altra vetrina vuota in un territorio in cui le serrande abbassate sono sempre più numerose.

«Situazione preoccupante»

«La situazione è preoccupante – ha commentato la presidente di zona di Confcommercio Lecco, Cristina Valsecchi, che suo malgrado sta facendo la conta dei negozi che si vanno costantemente perdendo -. Siamo arrivati a sette nell’arco di qualche mese. Qualcuno parla di ripresa, ma i commercianti sanno perfettamente che la crisi non se ne è ancora andata».

Le sette chiusure di questi mesi parlano chiaro: un tessuto commerciale che è sempre stato particolarmente vivace e florido, ormai da quasi un decennio ha perso vitalità e sta registrando una cessazione dopo l’altra.

«I parcheggi liberi»

«Il paese è sempre più vuoto: non avevo mai visto, prima di questo periodo, così tanti parcheggi liberi, specialmente il sabato – ha aggiunto la pasticciera -. Questa cosa mi mette ansia, perché è evidente che se l’economia non si rimette in moto, permettendo alle famiglie di tornare a spendere, questo destino riguarderà un numero sempre più alto di operatori».

A fare il paio con le difficoltà già consistenti che i piccoli negozi devono affrontare tutti i giorni ormai da anni, anche la prospettiva di apertura di un nuovo supermercato a due passi dal centro. Elemento che, ovviamente, non induce all’ottimismo i piccoli commercianti.

«Questa non è certo una prospettiva positiva: la domanda è già stata depositata e la conferma è arrivata la settimana scorsa in commissione, ma al momento non è chiaro quali siano le tempistiche di questa operazione. Di sicuro, l’arrivo di un nuovo supermercato a poca distanza dal cuore della città rischia di assestare il colpo di grazia all’intero centro».

Sul tavolo, infatti, c’è la richiesta che una catena di discount alimentari ha depositato in municipio manifestando interesse per lo stabile commerciale che attualmente ospita un grande negozio di bricolage in corso Europa. «Il Comune ha chiesto sia a Confcommercio che a Confesercenti un parere su questa possibile nuova apertura ed entrambe le associazioni si sono dette contrarie, per i riflessi che avrebbe sia sui piccoli che sulla media distribuzione. Speriamo che questa amministrazione comunale sia in grado di prendere la decisione giusta».


© RIPRODUZIONE RISERVATA