Coronavirus, grave al Sant’Anna   un paziente da Bergamo  Donna di Solbiate negativa

Coronavirus, grave al Sant’Anna

un paziente da Bergamo

Donna di Solbiate negativa

L’anziana rimane in terapia intensiva ma per altre patologie

La donna di Solbiate resta ricoverata in terapia intensiva ma per altre patologie, non perché trovata positiva al tampone del Coronavirus. Rimangono due i casi comaschi di Covid-19, anche se c’è un terzo caso sospetto trasportato nel reparto di malattie infettive di San Fermo della Battaglia.

Dopo il ricovero del pensionato di Lipomo, portato all’ospedale Manzoni di Lecco dov’è ricoverato (le sue condizioni restano stazionarie, quindi buone), ieri una donna di 89 anni, inizialmente portata all’ospedale di Erba per quella che sembrava una polmonite, è stata trasferita nel reparto malattie infettive del Sant’Anna con la diagnosi di Covid-19. Si tratta di una suora dell’Erbese che avrebbe contratto il virus in una missione di volontariato nell’area di Codogno.

Sempre giovedì era stata ricoverata un’anziana, con gravi problemi respiratori, nel reparto di terapia intensiva del Sant’Anna. L’anziana di Solbiate è risultata negativa al tampone del Coronavirus, rimane ricoverata per altre patologie.

Al Sant’Anna, sempre in terapia intensiva, è stato anche trasportato un paziente da Bergamo: anche lui è in gravi condizioni. Nel reparto di malattie infettive, infine, c’è un altro paziente ricoverato con sospetta positività la virus.


© RIPRODUZIONE RISERVATA