Dal Comune richiesta sbagliata Enel ripara il palo che funziona

Dal Comune richiesta sbagliata
Enel ripara il palo che funziona

Tavernerio, il lampione guasto è quello della piazza, ma te ne segnaliamo un altro.

Proseguono i disagi per la piazza di via Provinciale, in pieno centro paese, al buio dalla metà di ottobre, e la vicenda si tinge di grottesco. Praticamente il centro pulsante del paese, dove si affacciano negozi, pasticceria, bar, banca e altri servizi, da tre settimane è al buio.
Complice poi il cambio dell’ora la piazza dal tardo pomeriggio subisce l’oscuramento a causa del lampione centrale bruciato. Una situazione già segnalata la scorsa settimana, con diverse lamentele da parte dei cittadini.

Il vicesindaco e assessore alle manutenzioni, Gianvittorio Redenti, aveva assicurato di aver avvisato l’Enel fin dal 21 ottobre ma, nonostante i giorni passassero, la piazza rimaneva sempre al buio. Tra qualche lamentela c’era anche chi al bar la prendeva un po’ sul ridere nei giorni scorsi, scherzando sul fatto che probabilmente si era deciso volutamente di lasciare la piazza al buio per avere un clima di magia o terrore per la notte di Halloween.

Scherzi e battute a parte, il fatto che il cuore del paese fosse lasciato al buio per così tanti giorni e la singolarità di un mancato intervento tempestivo dell’Enel hanno spinto il consigliere di minoranza, Lorenzo Pozzi, all’attacco del vicesindaco: «É allucinante che la piazza sia senza luce da venti giorni e non si sia fatto ancora nulla - attacca - Premesso che ogni guasto andrebbe tempestivamente risolto, a maggior ragione andrebbe fatto se ci troviamo nel luogo più frequentato di tutto il paese. Vorrei davvero capire cosa sta succedendo e come intende muoversi Redenti. Se è vero che ha avvisato l’Enel il 21 ottobre come mai non arriva nessuno a sistemare?».

Qui il giallo del lampione bruciato diventa grottesco e fa sorridere: dall’ufficio stampa di Enel confermano che il Comune ha segnalato il guasto il 21 ottobre, ma che purtroppo la segnalazione non era corretta. «Ci hanno segnalato il codice di un palo della luce funzionante e siamo intervenuti per nulla. Sono errori che possono capitare - minimizzano da Enel - Provvediamo subito alla sistemazione». Nella giornata di ieri il lampione bruciato, questa volta quello giusto, è stato finalmente sistemato.n


© RIPRODUZIONE RISERVATA