Due guardiane per il faro di Brunate
1 Le due guardiane davanti al faro di Brunate2 Christina Bullock3 Veronika Engi

Due guardiane per il faro di Brunate

Sono la slovacca Veronika e la californiana Christina a gestire l’apertura del monumento razionalista. La coppia straniera incuriosisce i turisti e si occupa di tutto. Gli orari: tutti i giorni dalle 10 alle 19

E Brunate, oltre che balcone delle Alpi e paese della funicolare, è anche paese del faro che ha due guardiane. Sono due donne le incaricate dal Comune ad accogliere i turisti, fare da guida, rispondere alle domande, aprire e chiudere il monumento dedicato a Volta e staccare i biglietti per salire i 143 gradini che portano in cima al faro di San Maurizio.

Per tutto aprile Veronika e Christina dalle 10 alle 19 tengono aperto il faro. E’ l’inizio della nuova gestione del monumento pubblico razionalista costruito nel 1927, a cento anni dalla morte di Volta su progetto di Gabriele Giussani. Una gestione concordata tra il Comune di Brunate, dove c’è il faro e quello di Como, proprietario del faro.

Scelte dal gruppo di lavoro

Veronika e Christina sono state scelte dal gruppo di lavoro sul faro creato dal sindaco Davide Bodini e formato da maggioranza e minoranza consiliare.

Non è stato difficile mettersi d’accordo sulla scelta tra i candidati alla figura di guardiano perché Veronika Engi e Christina Bullock hanno convinto all’unanimità la commissione giudicatrice che cercava qualcuno che sapesse le lingue, criterio prioritario.

LEGGETE l’ampio servizio

su LA PROVINCIA di LUNEDÌ 20 aprile 2015


© RIPRODUZIONE RISERVATA