Mercoledì 15 Aprile 2009

Erba, casi di meningite:
un altro ricovero

ERBA - Anche la sorella del ragazzo ricoverato da lunedì scorso per meningite si trova ora all'ospedale Fatebenefratelli di Erba. La ragazza è entrata in ospedale il giorno di Pasqua, a seguito di uno stato febbrile che ha portato i medici alla decisione di tenerla in osservazione in via prudenziale.
Le sue condizioni, fanno sapere i medici, sono in netto miglioramento. Le culture sul prelievo eseguito alla ragazza al momento del ricovero non hanno riscontrato la presenza del meningococco, l'agente infettivo portatore della meningite. Questo fa essere ottimisti sul suo caso, anche se le procedure cliniche richiedono (questa la prassi ospedaliera) che i test colturali vadano tenuti in osservazione per più giorni, per un'ulteriore forma di prudenza. La paziente, quindi, al momento rimane ricoverata.

Della sua famiglia sono già in ospedale, questa volta sì per accertata meningite, il fratellino di 14 anni, il primo ad ammalarsi della famiglia, e la mamma di entrambi. Quest'ultimo ha manifestato i sintomi dell'avvenuto contagio da meningococco giovedì scorso.
Le loro condizioni non sono fortunatamente preoccupanti, ed entrambi stanno rispondendo bene alla terapia antibiotica. Il ricovero che ha riguardato la ragazza, hanno precisato dallo staff medico delle Asl di Como, tra cui Cristina Della Rosa, è avvenuto in un contesto particolare. In sostanza, l'episodio febbrile di un soggetto che fa parte di un nucleo familiare in cui sono stati diagnosticati già due casi di meningite, ha spinto i medici ad agire nel modo più prudente possibile, stabilendo il ricovero.

m.schiani

© riproduzione riservata