Ex carabinieri a caccia di ladri  Ok anche a Figino e Novedrate
Le auto usate dai volontari per i pattugliamenti

Ex carabinieri a caccia di ladri

Ok anche a Figino e Novedrate

Altri due Comuni, dopo Cantù e Cucciago, si affidano ai volontari. Domenica in paese l’inaugurazione della nuova sede del gruppo

Altri due Comuni hanno chiesto al gruppo canturino dell’Associazione Nazionale Carabinieri di essere presenti per le proprie strade, per far sentire più sicuri i cittadini.

E presto i volontari aggiungeranno altri servizi ancora, dando il via all’attività del gruppo di Protezione Civile del sodalizio. Dopo Cantù e Cucciago anche Figino Serenza - che ha visto il Consiglio comunale deliberare l’altra sera - e Novedrate hanno deciso di stipulare una convenzione con gli uomini guidati dal presidente Mirko Gaudiello per attuare servizi di controllo del territorio.

Convenzione della durata di un anno, in base alla quale i 30 volontari saranno impegnati nella promozione e tutela dei diritti della persona, nella collaborazione per attività di supporto delle forze dell’ordine per la disciplina del traffico in occasione di manifestazioni, la vigilanza sui parchi e le zone boschive, e poi per promuovere una campagna di informazione alla cittadinanza, in particolar modo agli anziani, per evitare truffe e furti in abitazione.

Come già fatto col progetto «Occhio alla truffa». Compito principale di questa formazione vuole essere innanzitutto fare da deterrente, perché la loro presenza può scoraggiare episodi di microcriminalità o vandalismi.

Intanto sono in vista cambiamenti anche per il gruppo di Cermenate dell’associazione, che domenica vedrà inaugurare la nuova sede all’interno del «Centro Studi Sociali contro le mafie», , che trova posto in una villetta in via Di Vittorio confiscata nel 2007 alla ’ndrangheta.

Il programma prevede alle 9.45 la partenza del corteo accompagnato dalla fanfara dei carabinieri da piazza XX Settembre. Alle 10 tappa in municipio, dove il sindaco Mauro Roncoroni donerà il tricolore al gruppo, guidato dal presidente Giacomo Alfieri. Poi il trasferimento in via Di Vittorio, dove verrà svelato un nuovo monumento che celebrerà i Caduti di Nassiriya, che darà il nome anche alla sezione dell’Anc cermenatese.n S. Cat.


© RIPRODUZIONE RISERVATA