«Fannulloni a Cantù  Il sindacato fa il furbo»
1 L’ingresso del Comune di Cantù2 Il sindaco Claudio Bizzozero3 Matteo Madressi, sindacalista della Funzione pubblica Cgil

«Fannulloni a Cantù

Il sindacato fa il furbo»

Il sindaco torna all’attacco sul caso del dipendente pizzicato a pagare un bollettino in orario di lavoro

A fare di tutta l’erba un fascio, o meglio di tutti i dipendenti comunali, per il sindaco Claudio Bizzozero sono le parti sociali, finendo così col danneggiare i lavoratori onesti, perché «i sindacati vivono in un mondo tutto loro, fatto di privilegi indicibili per chi ha il lavoro comunque garantito».

Qualcuno che sbaglia c’è, prova ne sia il provvedimento aperto in questi giorni nei confronti di un dipendente comunale colto sul fatto dal sindaco stesso mentre, in orario di lavoro, stava pagando una bolletta in Posta, utilizzando un mezzo di proprietà comunale pure parcheggiato in divieto di sosta.

«Fra i nostri dipendenti comunali ci sono molte brave e meritevoli persone, ma ci sono anche dei fannulloni - rimarca il primo cittadino -. Lo dico subito con chiarezza per evitare che qualcuno pensi che io intenda generalizzare». Ma a generalizzare, l’attacco, sono le organizzazioni sindacali.

Ampio servizio su La Provincia in edicola domenica 29 marzo


© RIPRODUZIONE RISERVATA