Venerdì 30 Agosto 2013

Fino e i bimbi lasciati senza cibo

«Non c’entrano, paghino i genitori»

Polemica a Fino per la decisione del Comune di escludere dalla mensa i bambini di famiglie insolventi

Niente mensa e scuolabus per i morosi, il Comune mette alla porta 69 alunni dell’istituto comprensivo.

Queste famiglie, nonostante più avvisi, hanno debiti con il pagamento dei servizi scolastici anche di duemila euro. Paese e scuola però si interrogano sulla decisione dell’amministrazione che ha già inoltrato una raccomandata agli interessati.

Giuseppe Devotella fa parte della commissione comunale che ha discusso della questione e per conto della minoranza dice: «Bisognava trovare un’alternativa, non si può escludere dalla mensa dei bambini, ci pare eccessivo, potrebbero esserci anche delle ricadute psicologiche. Le colpe sono dei genitori, sarebbe meglio convocare mamme e papà uno ad uno, in caso estremo costringerli a ripagare i debiti con lavori socialmente utili. O piuttosto ricorrere a un avvocato». Aprire 69 contenziosi però non è cosa da poco, anche perché su un bacino d’utenza di 1300 alunni nel comprensivo ci sono 155 casi di morosità, anche se di questi 86 hanno debiti di poco conto.

Leggi tutti i commenti su La Provincia di Como del 30 agosto 2013

© riproduzione riservata