Violenza a Fino: la denuncia partita dai familiari
FINO MORNASCO - La caserma dei carabinieri

Violenza a Fino: la denuncia partita dai familiari

Emergono particolari sconcertanti dall’arresto del volontario accusato per gli atti su una disabile

Una incredibile vicenda quella che emerge dall’arresto di un uomo di 65 anni accusato di violenza sessuale aggravata ai danni di una disabile e ora ai domiciliari. L’indagine è stata avviata dai carabinieri di Fino Mornasco che avevano ricevuto una denuncia da parte dei familiari della donna e che riguardava questo pensionato, volontario della Croce Verde del paese. L’uomo, secondo la ricostruzione dei Carabinieri, quando restava solo con la propria vittima, nel riaccompagnarla a casa si appartava in una zona boschiva, distante da occhi indiscreti e la costringeva a subire le sue morbose attenzioni. All’origine del provvedimento prove giudicate inoppugnabili. Sconcerto anche nell’ambiente della Croce Verde, la benemerita associazione di Fino Mornasco che spiega di aver attivamente collaborato con le forze dell’ordine durante le indagini.

Gli articoli completi su La Provincia di giovedì 4 giugno


© RIPRODUZIONE RISERVATA