Frontale a Casatenovo  Un ferito in rianimazione
Le due auto coinvolte

Frontale a Casatenovo

Un ferito in rianimazione

Martedì sera, attorno alle 22, schianto di due auto all’altezza del pub

Fabbrica Libera: coinvolti un uomo di Torriggia e un ragazzo di Lesmo

Schianto in tarda serata, martedì a Casatenovo. È ricoverato all’ospedale Manzoni di Lecco in codice rosso il giovane di 25 anni che l’altra sera è rimasto coinvolto in un incidente sulla provinciale 51 La Santa all’altezza del pub Fabbrica Libera.

È avvenuto attorno alle 22, uno scontro frontale che ha viste coinvolte due vetture, una Golf ed una Clio, che viaggiavano in direzioni opposte e che si sono schiantate e sono rimaste distrutte ed inutilizzabili.

Il ferito più grave dell’incidente ha 25 anni ed è residente a Lesmo. L’altra sera, al momento dell’incidente, stava tornando a casa ed ha subito vari traumi. Al momento è in terapia intensiva, ma anche l’altro conducente, 37 anni, ha riportato delle ferite, un trauma al torace, uno all’addome e ad un arto inferiore. L’uomo si trova ricoverato al San Gerardo di Monza.

Uno scontro che ha richiesto l’intervento dell’elisoccorso del Sant’Anna di Como, atterrato in un campo vicino, e che ha trasportato il ferito con estrema urgenza al pronto soccorso dell’ospedale lecchese per le prime cure. L’incidente ha visto anche la presenza dei Vigili del Fuoco, chiamati sul posto per estrarre i feriti dalle lamiere accartocciate delle due autovetture e consentire poi i soccorsi da parte del personale medico ed infermieristico delle ambulanze e delle auto mediche. La Croce Rossa di Casatenovo ha portato il conducente della Golf, l’uomo di 37 anni, di origini sudamericane, residente in zona Torriggia a Casatenovo, all’ospedale monzese per le prime cure.

I rilievi per la ricostruzione della dinamica dell’incidente e l’attribuzione di eventuali responsabilità sono stati affidati agli agenti della Polstrada, che hanno chiuso a lungo l’arteria per consentire sia le operazioni di soccorso che le misurazioni per i verbali sull’accaduto.


© RIPRODUZIONE RISERVATA