Il 2 Giugno a Villa Guardia  Partecipa anche la Regione
Lamessa al santuario di Maccio

Il 2 Giugno a Villa Guardia

Partecipa anche la Regione

E sarà ancora 2 Giugno e non solo festa della Repubblica, perché da anni quella giornata è anche la festa del paese

E sarà ancora 2 Giugno e non solo festa della Repubblica, perché da anni quella giornata è anche la festa del paese. Quest’anno la festa, sempre organizzata dall’amministrazione comunale, in particolar modo dall’assessorato alla Cultura insieme alle tante associazioni del paese, alle due parrocchie e alle scuole, diventa più ricca grazie alla Regione che per attività legate a “Distretti dell’attrattività: iniziative di area vasta per l’attrattività territoriale integrata turistica e commerciale della Lombardia”, in pratica per Expo, a Villa Guardia mette anche quattromila euro per la festa del paese. Una quota partecipata anche dal Comune perché il contributo è stato erogato all’interno di un progetto più vasto che prevede anche l’arredo urbano di complessivi 20 mila euro, compartecipati tra i due enti.

Ed ecco il programma, che non si discosta dalla tradizione che vede iniziare la festa un anno dalla frazione di Civello e l’altro da Maccio. Quest’anno si inizia da Maccio, alle 10, con la messa al santuario, poi il discorso del sindaco Perroni, gli interventi degli alunni delle scuole e il corteo verso il parco della villa comunale accompagnato dalla banda di Rebbio.

In caso di maltempo le attività previste nel parco si svolgeranno nella palestra di via Tevere.

LEGGETE l’ampio servizio

su LA PROVINCIA di LUNEDÌ 1 giugno 2015

© RIPRODUZIONE RISERVATA