Il conto di Pedemontana  per i comuni interessati

Il conto di Pedemontana

per i comuni interessati

La situazione più pesante si avrà a Grandate

Molte delle opere promesse non sono cominciate

A Casnate e Luisago tirano un sospiro di sollievo

Si chiamano “opere di compensazione”, nel senso che vanno a pareggiare i “disagi” provocati dal passaggio di una infrastruttura. Che, nel caso specifico, si chiama Pedemontana e tra 15 giorni - il 23 maggio - sarà operativa. Ma come cambierà la vita nei paesi attraversati da questa grande opera?

A Grandate, il Comune della cintura comasca più “colpito” dalla nuova tangenziale, è ancora tutto in alto mare. Casnate come Luisago invece possono sorridere. Usciti dalla galleria, arrivando dallo svincolo di Acquanegra, sopra alle teste degli automobilisti del nuovo tratto stradale c’è via Monte Rosa. Questa strada è chiusa dal 2011, ora Pedemontana ha concluso tutti i lavori, entro il 23 maggio dovrebbe essere percorribile. Con un marciapiede, un posteggio, una pista ciclopedonale.

Ampio servizio su La Provincia in edicola mercoledì 12 maggio


© RIPRODUZIONE RISERVATA