Il Mercatone della polemica

«Il Comune in prima linea»

Tavernerio, il sindaco Radice rivendica tutto il suo impegno per aiutare i 32 dipendenti

Il Mercatone della polemica «Il Comune in prima linea»
Un presidio dei lavoratori del Mercatone Uno di Tavernerio nel marzo scorso: sono salvi i 32 posti di lavoro

Arrivata la schiarita per i 32 dipendenti del punto vendita Mercatone Uno, si aprono però alcuni strascichi polemici. Archiviato il momento di grave crisi, con il rischio di chiusura del punto vendita stesso, ora il sindaco, Rossella Radice parla a tutto campo e spiega le iniziative messe in campo, per quanto di sua competenza, per cercare di arrivare a una soluzione positiva della vertenza, che tutelasse pienamente i lavoratori.

Le proteste e gli scioperi delle scorse settimane hanno sortito il loro effetto. I 32 posti di lavoro sono salvi, il punto di vendita resta aperto e i dipendenti hanno diritto ai 24 mesi di cassa integrazione straordinaria: questa la schiarita attesa da settimane e arrivata nei giorni scorsi. All’inizio di aprile, dopo il muro contro muro tra lavoratori e azienda, era arrivato il commissariamento di Mercatone, che faceva ben sperare in una soluzione positiva della vertenza.

LEGGETE l’ampio servizio

su LA PROVINCIA di MERCOLEDÌ 20 maggio 2015

© RIPRODUZIONE RISERVATA

{# #}